giovedì 17 gennaio 2008

Graminacee

La notte appena trascorsa,si attardava giocando con la rugiada del mattino,una brezza leggera,appena percettibile,faceva oscillare le fragili spighe delle graminacee.Anche i tuoi capelli,leggeri,impalpabili,si muovevano intorno al tuo viso sfiorato dal sole.Una visione,un sogno,non saprei dire,ricordo il ronzio delle api alla spasmodica ricerca del primo miele del mattino.Lontano,più in là,dove il giardino si perdeva nella campagna,gli uccelli canori,con i loro voli, agitavano il cielo.



Posted by Picasa

1 commento:

solopoesie ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.