martedì 20 novembre 2007

anche stasera......


Anche stasera,come ogni sera,la luna si è svegliata andando a occupare il suo angolo di cielo,ricordi quante volte abbiamo riso guardando,col naso all'aria,l'espressione stupida di quel volto.La campagna intorno a noi odorava di fieno e vibrava del canto monotono dei grilli,le lucciole col loro occhieggiare discreto,accendevano la notte d'allegria."Quella è la bocca,guardaaaaaa ha gli occhi!!!!" i tuoi anni non più bambini accendevano nuove sonorità nella voce e un luccichio nuovo negli occhi,io ammirato ti guardavo,come fosse stata la prima volta.Le case sprofondate nell'ombra alle nostre spalle,le voci lontane dei parenti,la luna soltanto,con il suo faccione smorto,spiava il nostro volo.Anche stasera,come quella sera,la luna è sorta,sono convinto che ha occupato il solito spazio di cielo,ma il suo faccione stasera non ci spia,altri interessi la distraggono.

11 commenti:

aliya ha detto...

la quinta essenza della luna è il profumo del cuore, dopo essere stata silenziosa, dopo essere stata sola, dopo aver avuto fame, dopo essere stata a lungo sveglia pensando al Re. Questa passività attiva mi sconvolge, te lo avevo già detto, non voglio più guardare la luna, ma se non ci fosse sarei veramente triste e sempre l'aspetto. Non ti vergogni le dico, essere cosi bella e pugnalarmi cosi della tua bellezza? Lascia che ti tocchi le chiedo di sfuggita, e mi addormento dentro ad un suo raggio. Quella luna è il cuore dei mondi il viaggio iniziatico che comincia quando non la si vede e continua quando si annienta perdutamente, nella follia del suo splendore. Io perdo lacrime insanguinate insieme alla palma del giardino e scorticata dalla luce stringo forte un sasso per mantenere l'equilibrio. che cos'è "riposare interamente sul suo Signore?" o "rimettersi al suo Signore per raggiungere il Suo disegno?". La luna lo sa ed è per questo che è distratta...ogni attimo muoio di non morire, un'altro passo di danza da imparare, il maestro dice:" la Verità non si svela a colui che non cancella la sua propria traccia e perde perfino il suo nome"...ecco ti regalo questa luna ed un bacio. ciao!

jengiskan ha detto...

x Aliya
anche stasera la luna si specchia nell'acqua della fontana,guardo il suo volto vibrare al soffio della brezza notturna,poi mi diverto a scomporlo gettando sassolini nella fontana e pazientemente,aspetto,che si ricomponga ancora.
Luna,amica,selvaggia presenza,compagna dei miei passi notturni.

claudine Cittadina del Mondo ha detto...

Oh Jeng... questo sei quello che ricordo...
Intendo, la soave poesia e visione di ciò che contorna il nostro quotidiano...
Sono meravigliose le dolci parole di aliya, che sempre coglie nel segno! E' una delizia poterle leggere ed in quest'occasione glielo voglio dire! Rara bellezza, un concatenarsi di visioni, le vostre, che si intrecciano e rincorrono...
sembrate essere la stessa essenza, tanto il connubio è perfetto!
Ed è per questo che mi prendo sempre il tempo per farti visina, Jeng... poiché so che aliya non ha un suo blog, ma come un essere stellare lascia la sua polvere astrale laddove passa!
Un abbraccio :-) claudine

jengiskan ha detto...

Claudine le tue parole,come le tue visite mi riempiono iol cuore di gioia.Ti ringrazio e ti abbraccio anche da parte di Aliya pensando di interpretarne il desiderio

aliya ha detto...

si, si, Claudine, ognuna di noi è importante per 'alla ricerca dell'arca',ognuna di noi è un profumo diverso ma ugualmente speciale, baci, baci!!!

jengiskan ha detto...

che bello che due amiche dialoghino tra loro attraverso il mio blog,grazie

claudine Cittadina del Mondo ha detto...

Ricambio i tuoi baci, Aliya.
Chiudo quindi gli occhi, rievoco le pagode lontane, i profumi d’incenso, l’aria umida che mi avvolge nel suo manto appiccicaticcio.
Posso udire le voci mormorare mantra, mentre nell’anima scende la pace.
E da questo corpo ne esco, fino a raggiungere gli spazi eterei che solo se priva “di zavorra” posso contemplare.
Ciò che ferisce, come carboni ardenti sotto i piedi, è il ritorno in questo involucro che a poco a poco si fa stretto.
Jengi anche a te, una dolce e serena domenica
:-) claudine

Vyoletta ha detto...

bel post che mi fa pensare a quante volte mi sono trovata con il naso in su a parlare con lei...un bacione Gengis! Spero vada tutto bene!

jengiskan ha detto...

Vyoletta grazie della visita e qnd ti capiterà di parlare alla Luna,parlale anche di me.Un abbraccio

aliya ha detto...

questa ex-lunapiena è stata troppo piena per me. Troppe cattive vibrazioni attorno...sono esplosa ho strillato ho quasi preso un pugno che rottura...essere vivi è difficile ...ciao!!!

jengiskan ha detto...

Che ti è successo Aliya,mi fai preoccupare,i colpi di luna sono terribili,fattelo dire da me che non ricordo più in quante lune nel pozzo sono affogato,ciao amica cara e se ne hai bisogno,grida forte che io ti senta