sabato 17 maggio 2008

Frammenti d'oblio




Come in un mosaico,compongo le tessere disperse della mia vita,affiorano volti,luoghi,oggetti,come scaturissero da profondità incommensurabili,da abissi infiniti d'oblio.

4 commenti:

pasquale ha detto...

come vedi ti vengo a trovare spesso, a volte anche io cerco l'oblio ma mi perdo nei meandri dell'esistenza, i volti passati gli amici i genitori che non ci sono più e mi domando questa vita è giusta? Non lo so forse il nostro egoismo ci porta a non considerare quella degli altri ed il nostro dolore qualcosa di assolutamente personale, il lutto della perdita di me stesso ancora non l'ho metabolizzato e non riesco ancora ad aprirmi agli altri.CIAO AMICO MIO E SCUSA QUESTO PICCOLO SFOGO.

solopoesie ha detto...

Carissimo Giancarlo.

I pensieri brutti sono sempre presenti nella nostra mente:
Quelli belli sono miliardi ed è difficile seguirli.

Ci vorrebbero scarpe buone e comode per potergli correre dietro e acchiapparli ad uno ad uno e chissà magari anche attaccarli al petto con una spilla per non perderli più.

Ma sono sempre pensieri…….pensieri di carta come bolle di sapone che a volte ci fanno soffrire e altre gioire….prendiamoci solo quelli belli che dici?

Un saluto alla tua sensibilità, alla tua poeticità e al tuo interesse sempre vivo per tutto ciò che è poesia cultura :)

BUON POMERIGGIO , UN ABBRACCIO E UNA CAREZZA….Lina

rosy ha detto...

Storie vissute che il tempo frammenta, e non sappiamo se queste, sono storie realmente vissute o soltanto sognate.
Volti e parole che il tempo consuma, e tralci di volti spezzati ci parlano e noi non sappiamo decifrarli.
L'oblio, è la ragione della memoria.

Buona Domenica.

Lelena ha detto...

Un breve post solo per farti complimenti... hai dei blog molto belli, profondi in cui ci si può perdere.