mercoledì 31 ottobre 2007

vedi 21 luglio 2007




vent'anni ricordi amica mia,quell'inverno ricordi,cappuccini caldi e voglia di volare.Venne primavera,il vento di Parigi c'investì,la nostra tenerezze esplose,nelle piazze,esplose la nostra tenerezza,ingenuità di cuori che sognano.Mao,Marx,Guevarae chi l'aveva mai sentiti,chi l'aveva mai sentiti vicini.Amica mia,vent'annie il vento soffiava nelle stradecariche della poliziae notti lungo il fiume,vent'anni amica mia.Valle Giulia,Pasolini versò acido,versò acido nei nostri cuori,l'odiammo,i nostri occhi,i nostri occhi non erano cattivi,i nostri padri borghesinoi l'avevamo uccisi.Dovevano passare anni,e passaro gli anni per capire,per capirti dovevi morire P.P.P.Vent'anni amica miail mondo esplodeva nelle nostre mani,mani bianche d'innocenzamani rosse d'amore,mani che battevano il rtmo,il ritmo della nostra volontà.Mao,Marx,Guevara e la nostra allegria,occhi maligni spiavano la nostra gioia,mentre un dio folle,sventolava davanti a noila rossa bandiera della rivoluzione.Vent'anni amica mia,vent'anni il nostro amore,la nostra passione,il nostro canto.Amica,compagna,madrevent'anni.In questa notte dell'anima ti cerco.


Perché ripetere? Perché la stessa nostalgia m'assale,perché la mia,la tua giovinezza sono rimaste là su quelle piazze piene di bandiere e di fumo,là lungo la sponda alberata del fiume.Sapessi amica mia quante volte ho percorso gli stessi itinerari di allora,ma non le ho più incontrate,chissà per quali spiagge lontane si sono imbarcate.Qui è freddo amica cara,il sole dell'illusione s'è spento ormai,non rimangono che i poveri resti dell'immane naufragio,omini grigi si aggirano attorno a noi,agitando,al posto delle rosse bandiere,le loro manine rapaci e al posto degli slogans ingenui e crudeli della nostra giovinezza,solo la vuota enfasi delle morte stagioni è rimasta.Guardiamo i nostri figli con tenero smarrimento,per loro e per noi sognavamo,amica cara e che sogni facevamo.


Vent'anni la rivoluzione

9 commenti:

pasquale ha detto...

ciao giankan ho letto con interesse ciò che hai scritto,illusioni di un domani luminoso che non c'è stato, penso non ci sarà mai, la nostra stagione è stata senza seguito, dopo sono venuti i paninari gli yuppies,oggi i precari del lavoro:che palle, nessuna fantasia, nessun stimolo,niente di niente,figli di papà con i capelli rasta e la maglietta col faccione del CHE,fumano spinelli e parlano tutti allo stesso modo vogliono fare la rivoluzione contro i pidocchi. Aveva ragione il PierPaolo, sono tutti uguali di destra e di sinistra,ma ora come bisogna fare? BOH!

jengiskan ha detto...

non scoraggiamoci Pasquale,noi le nostre illusioni le abbiamo ancora nel cuore e talvolta riusciamo a trasformarle in poesia e credimi amico caro,non è poco.Ciao a presto sul tuo blog

chicchina ha detto...

Come sono naufragati i nostri sogni,caro Jengis! Per la nostra generazione,o per la mia almeno,non resta che il grigiore arrancante di mezze figure troppo impegnate ad arraffare il momento che passa per poter costruire ancora qualche sogno,anche modesto per domani.
Un abbraccio-Chicchina

aliya.w ha detto...

se non stiamo attenti i nostri figli diventeranno cretini, sperando che non lo siano già, narcotizzati da questi regali elettronici ela superficialità/falsità del tessuto sociale. A volte mi sento molto più giovane dei loro 16 anni perché l'adolescenza é un'età crudele se non hai un'eternità che ti riscalda il cuore. Noi avevamo Il CHE, fortunatamente é arrivato Bob Marley, raggae music , rasta, per vivere/ballare insieme il desiderio/necessità di essere liberi. La giovinezza non vola da nessuna parte se la stringi forte, io vorrei restare sempre immatura quel tanto che basta per non marcire dentro ed avere cosi una riserva di dolcezza...baci

jengiskan ha detto...

Chicchina cara è la realtà che ci circonda che è grigia,stupida,crudele e deludente,ma i nostri sogni sono al sicuro nel cuore e quelli non ce li toglie nessuno.Vedi amica cara,basta poco per risvegliarli anche poche parole a caso sul post di un amico.Un abbraccio

jengiskan ha detto...

Aliya cara tu interpreti con le tue parole i sentimenti più nascosti del mio cuore.Circa il rimaner ragazzini dentro,mi ricordi un'amica,un'ottima poetessa,anzi poeta come amava definirsi lei e come l'aveva definita,in gioventù,Ungaretti,lei anche in età molto avanzata,amava dire che era ancora bambina e giocava con i suoi sogni e anche se la vita era stata crudele con lei,come le bambine amava vestirsi come quando tra loro giocano alle signore.Me l'hai ricordata con le tue parole e te ne ringrazio di cuore.Un abbraccio

solopoesie ha detto...

jengiskan
Il mondo e fatto di alti e bassi , (e meno male che ci sono anche gli alti )
ALcune volte ti da tanto poi si riprende tutto anche con gli interessi.
E inutile negarlo da tanti dolori che certe volte pensi di arrederti , di non farcela ..

Ma ma è anche pieno di cose meravigliose ,come i delfini che giocano con le onde del mare
arcobaleni che uniscono la terra con il cielo ,boccioli di rose che si aprono al tocco della rugiada
usignoli che cantano al sorgere del sole.
La vita E fatta di riuscite e di sconfitte.
Ma diciamoci le verità
La vita è “Vita” ed esserci è

FANTASTICO.
UN AFFETTUOSO SALUTO

LINA

jengiskan ha detto...

ciao Lina grazie delle tue bellissime parole,un abbraccio

solopoesie ha detto...

BUON GIORNO A TE!

Ti auguro una felice domenica
E un buon inizio di settimana

CON AFFETTO ....LINA